17/01/2018

Newsletter N. 01/2018 del 17 Gennaio 2018

MinAmbiente - A.I.A.: novità sulle garanzie finanziarie per gli impianti

Con D.M. 28/04/2017, in vigore dal 04/07/2017, il Ministero dell'Ambiente ha rivisto i criteri di determinazione delle garanzie finanziarie dovute dagli impianti soggetti ad Autorizzazione Integrata Ambientale (A.I.A.), già fissate dal D.M. 141/2016. Ai sensi dell'art. 29-sexies, comma 9-septies del D.Lgs 152/2006, le garanzie finanziarie sono finalizzate a garantire l'obbligo di ripristino del sito al momento della cessazione delle attività, e devono essere fornite all'ente comptente entro 12 mesi dal rilascio dell'A.I.A..

http://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2017/07/03/17A04381/sg

 

TAR Basilicata - Riesame A.I.A. leggittima solo se privisto dalla legge

Il TAR Basilicata, con sentenza n. 438 del 07/06/2017, ha ricordato che l'Amministrazione Competente in materia di A.I.A. può procedere al riesame dell'autorizzazione solo in presenza delle circostanze individuate dall'art. 29-octies del D.lgs. 152/2006. Il riesame dell'A.I.A., a differenza del rinnovo, non dipende da un'iniziativa di parte, ma da un'attività d'ufficio della P.A., per cui l'atto impugnato risulta illeggittimo anche nella parte in cui impone la presentazione di domanda di riesame con valenza di rinnovo ex art. 29-ter del D.Lgs. 152/2006 relativo al rilascio di nuova A.I.A..

 

Commissione Europea - B.A.T. relative  ai grandi impianti di combustione

La Commissione Europea ha adottato - con decisione di esecuzione n. 2017/1442/UE del 31/07/2017 - le conclusioni sulle migliori tecniche disponibili (Best Available Techniques - B.A.T.) relative ai grandi impianti di combustione ai sensi della direttiva 2010/75/UE. Le conclusioni sulle B.A.T. si applicano agli impianti di combustione di potenza termica nominale pari o superiore a 50 MW, compresi gli impianti di incenerimento o coincenerimento rifiuti non pericolosi (con capacità superiore a 3 t/h) o pericolosi (con capacità superiore a 10 t/h) solo se l'attività ha luogo in impianti di combustione pari o superiori a 50 MW.

http://eur-lex.europa.eu/legal-content/IT/TXT/?uri=CELEX%3A32017D1442

 

Regione Lombardia - B.A.T. per produzione di pannelli in legno

La Regione Lombardia, con D.G.R. n. X/7239 del 17/10/2017, ha aggiornato gli indirizzi regionali sull'applicazione delle migliori tecniche disponibili (B.A.T.) per la produzione di pannelli in legno, in seguito alle nuove conclusioni sulle B.A.T. in materia approvate dalla Commissione UE con decisione 2015/2119/UE. Le conclusioni sulle B.A.T. servono da riferimento per i contenuti delle Autorizzazioni Integrate Ambientali (A.I.A.) per gli impianti industriali. Alla luce delle nuove indicazioni, l'Autorità competente (art. 29-octies del D.Lgs. 152/2006) deve verificare che le A.I.A. relative alle installazioni o impianti che producono pannelli in legno siano riesaminate e nel caso aggiorante, con particolare riguardo ai valori limiti di emissioni o che le installazioni siano conformi alle condizioni di autorizzazione.

http://www.regione.lombardia.it/wps/wcm/connect/2d2f84a7-b060-4f35-bafa-b389d067d473/Delibera+7239+del+17.10.2017.pdf?MOD=AJPERES&CACHEID=2d2f84a7-b060-4f35-bafa-b389d067d473

 

Regione Lombardia - B.A.T. per la produzione di carta e cartone

La Regione Lombardia con Decreto dirigenziale n. 13310 del 26/10/2017, ha aggiornato l'allegato tecnico alla D.G.R. 24/10/2016 n. X/5738 che aveva dettato gli indirizzi sull'applicazione delle migliori tecniche disponibili (B.A.T.) per la produzione di carta e cartone ai fini del riesame delle Autorizzazioni Integrate Ambientali. L'integrazione ha riguardato in particolare gli indirizzi relativi agli scarichi idrici industriali in corpo idrico superficiale decadenti dai processi di produzione dalla carta.

http://www.regione.lombardia.it/wps/wcm/connect/a436912a-e59c-4448-a605-13261a95e27c/Decreto+13310+del+26.10.2017.pdf?MOD=AJPERES&CACHEID=a436912a-e59c-4448-a605-13261a95e27c

 

Tribunale di Giustizia di Trento - A.I.A.: la variazione delle materie prime usate in un impianto è modifica da comunicare

Il Tribunale di Giustizia Amministrativo di Trento, con sentenza n. 300 del 10/11/2017, ha accertato che la variazione delle materie prime utilizzate nel processo produttivo può configurarsi come una "modifica" nel funzionamento dell'impianto, idonea a produrre "effetti sull'ambiente", pertanto deve essere comunicata ai fini dell'eventuale aggiornamento dell'autorizzazione integrata ambientale (A.I.A.).

 

TAR Lazio - Annullato il D.M. Ambiente 272/2014

I Giudici del TAR Lazio, con sentenza 11452/2017 del 20/11/2017, hanno annullato il D.M. Ambientale 272/2014 che, in attuazione del D.Lgs. 152/2006, detta le istruzioni che i gestori degli impianti soggetti ad A.I.A. devono seguire per redigere le relazioni di riferimento. Secondo il TAR, il provvedimento in questione non può essere considerato uno "strumento tecnico". in quanto introduce delle vere e proprie norme giuridiche, e quindi va inquadrato quale atto di natura regolamentare attuativo della norma primaria (Art. 29-sexies D.lgs. 152/2006). L'iter di approvazione del provvedimento non ha rispettato la procedura stabilita dalla legge 400/1988 (Disciplina dell'attività di Governo) ai fini dell'approvazione dei regolamenti, e pertanto il DM 272/2014 è da considerarsi illeggittimo ed è stato annullato dal Giudice amministrativo.

 

Regione Umbria - Riesame A.I.A. per trattamento rifiuti

La Regione Umbria, con D.G.R. n. 1362 del 20/11/2017, ha approvato i "Criteri per la verifica ed il monitoraggio dell'efficienza degli impianti di trattamento della frazione organica umida da raccolta differenziata". Tali criteri costituiscono ulteriori condizioni per l'esercizio degli impianti ai sensi dell'art. 29-octies, comma 2, D.Lgs. 152/2006. Il Servizio Autorizzazioni Ambientali competente al rilascio delle A.I.A. entro 24 mesi effettuerà il riesame delle autorizzazione già rilasciate per gli impianti di trattamento della frazione organica umida da raccolta differenziata e per gli impianti di selezione meccanica della frazione indifferenziata dei rifiuti urbani.

http://www2.regione.umbria.it/bollettini/download.aspx?doc=171206A53SO3.pdf&t=so&p=1&show=true

 

Commissione Europea - Adottate B.A.T. per la fabbricazione dei prodotti chimici

Le conclusioni relative alle migliori tecniche disponibili (B.A.T.) approvate con decisione della Commissione Europea 21/11/2017 n. 2017/2117/Ue si riferiscono alla fabbricazione dei seguenti prodotti chimici organici: idrocarburi semplici, idrocarburi ossegenati, idrocarburi solforati, idrocarburi azotati, idrocarburi fosforosi, idorcarburi alogenati, composti organometallici, tensioattivi e agenti di superficie. Le B.A.T. si riferiscono alla fabbricazione dei prodotti chimici citati in processi a ciclo continuo con capacità totale di produzione superiore a 20 kt/anno.

http://eur-lex.europa.eu/legal-content/IT/ALL/?uri=CELEX:32017D2117