13/04/2018

Newsletter N. 04/2018 del 13 Aprile 2018

Attualità - Criteri End of Waste

La sentenza del Consiglio di Stato - n.1229 del 28/02/2018 - che attribuisce allo Stato il potere di individuare i casi in cui un rifiuto cessa di esser tale, escludendo competenze regionali, rischia di bloccare l'operatività degli impianti di recupero. L'allarme è stato lanciato da Fise Unicircular - Unione delle Imprese dell'Economica Circolare - attraverso un comunicato stampa diramato il 12/03/2018. Gli impianti che riciclano rifiuti grazie ai criteri end on waste stabiliti nei provvedimenti autorizzativi dalle autorità locali sono innumerevoli. Da qui l'invito ad un confronto urgente sulla tematica con MinAmbiente.

 

Corte di Cassazione - Condizioni di deposito temporaneo vanno dimostrate dal produttore dei rifiuti

La Corte di Cassazione, con sentenza 22/02/2018 n. 8549, ha ribadito che il raggruppamento di rifiuti nel luogo di produzione può essere considerato deposito temporaneo se sono soddisfatte le condizioni di cui all'articolo 183 D.Lgs. 152/2006, che vanno dimostrate dal produttore dei rifiuti che vuole beneficiare del regime derogatorio correlato, pena l'incorrenza nelle sanzioni ex articolo 256 D.Lgs. 152/2006.

 

Regione Veneto - Incentivi al riutilizzo di rifiuti inerti da costruzione

La Regione Veneto, con L.R. 16/03/2018 n.13, ha disciplinato le modalità autorizzatorie e di gestione delle cave ed assegnato alla Regione il compito di promuovere il riutilizzo dei materiali provenienti dallo smaltimento e dal recupero dei rifiuti inerti prodotti dal settore delle costruzioni in sostituzione dei materiali di cava, in quanto risorse non rinnovabili. La legge, inoltre, vieta in sede di richiesta di autorizzazione all'attività di cava di stendere un progetto di ricomposizione ambientale finalizzato alla realizzazione di discariche di rifiuti.

https://bur.regione.veneto.it/BurvServices/pubblica/DettaglioLegge.aspx?id=366192

 

M.A.T.T.M. - Nuove Linee guida per lo stoccaggio negli impianti

Il Ministero dell'Ambiente ha pubblicato la Circolare 15/03/2018 n. 4064 "Linee guida per la gestione operativa degli stoccaggi negli impianti di gestione dei rifiuti e per la prevenzione dei rischi" al fine di prevenire il rischio incendi all'interno degli impianti di gestione dei rifiuti. La Circolare prevede che la responsabilità della gestione operativa dell'impianto sia affidata al direttore tecnico e che questo debba essere sempre presente in impianto.

Circolare Prot. 4064 del 15/03/2018

 

Regione Sicilia - Emergenza rifiuti

Siglata dal Dipartimento della Protezione Civile l'ordinanza 08/03/2018 n.513, emanata a seguito della dichiarazione dello stato di emergenza rifiuti in Sicilia disposto dalla Delibera del Consiglio dei Ministri 08/02/2018. L'ordinanza prevede una serie di interventi urgenti nel settore dei rifiuti urbani tra cui interventi di trasferimento dei rifiuti fuori dalla Regione e interventi infrastrutturali di riduzione del rischio residuo. Lo stato di emergenza durerà 12 mesi.

http://www.protezionecivile.gov.it/jcms/it/view_prov.wp?contentId=LEG68076

 

Corte di Cassazione - Terre e rocce da scavo se contaminate non sono sottoprodotti

La Corte di Cassazione, con sentenza 20/12/2018 n. 8026, ha ribadito che le terre e rocce da scavo vanno considerate rifiuti e non sottoprodotti quando le stesse risultano contaminate da sostanze inquinanti in misura superiore ai limiti tabellari, in accordo con l'articolo 2, comma1, lettera c, del D.P.R. 120/2017.

 

Regione Friuli Venezia Giulia - Rapporto sullo stato dell'ambiente

E' stato presentato il Rapporto sullo stato dell'ambiente, il 13/03/2018, realizzato da A.R.P.A., che analizza lo stato di salute delle componenti ambientali della Regione Friuli Venezia Giulia. In tema rifiuti il Rapporto evidenzia una riduzione del 50% di rifiuti urbani il cui trattamento avviene per il 94% all'interno del territorio.

http://www.isprambiente.gov.it/it/news/presentazione-del-rapporto-sullo-stato-dell2019ambiente-in-friuli-venezia-giulia-2018

 

M.A.T.T.M. - Chiarimenti impianti di coincenerimento dei rifiuti

Il Ministero dell'ambiente ha pubblicato la Circolare 28/02/2018 n. 3216, con chiarimenti interpretativi circa la modifica delle condizioni di esercizio degli impianti di coincenerimento dei rifiuti di cui all'articolo 237-nonies del D.Lgs. 152/2006.

Circolare 28/02/2018 n. 3216

 

M.U.D. 2018 - Scadenza 30/04/2018

I soggetti interessati hanno tempo fino al 30/04/2018 per presentare la dichiarazione ambientale sui rifiuti prodotti/gestiti o immessi sul mercato nel 2017. L'adempimento dovrà avvenire nel rispetto del nuovo "Modello unico" e delle relative istruzioni riportate nel D.P.C.M. 28/12/2017. Tra le principali novità si ricorda l'obbligo di presentare la comunicazione esclusivamente in via telematica (https://mudsemplificato.ecocerved.it/).

 

D.Lgs. 21/2018 - Disposizioni di attuazione del principio di delega della riserva di codice nella materia penale

Il 06/04/2018 è entrato in vigore il D.Lgs. 21/2018, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il 22/03/2018, che trasferisce nel Codice penale la fattispecie delittuosa di traffico illecito di rifiuti attualmente disciplinata dall'articolo 260 del D.Lgs. 152/2006 (Attività organizzate per il traffico illecito di rifiuti).

http://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2018/3/22/18G00046/sg

 

Regione Toscana - Priorità allo smaltimento dei rifiuti di provenienza regionale

La Regione Toscana - con D.G.R. 275/2018 "Ulteriori disposizioni per la gestione dei rifiuti urbani e dei rifiuti derivanti dal loro trattamento", ha deliberato delle nuove misure finalizzate a vincolare i gestori delle discariche di rifiuti urbani e speciali a dare priorità allo smaltimento dei rifiuti di provenienza regionale. La delibera vieta, inoltre, lo smaltimento nelle discariche regionali della frazione secca di sopravaglio e degli scarti prodotti fuori dalla Regione.

PARTE II n. 14 del 04/04/2018

 

Commissione Europea - Rettifiche all'Elenco europeo dei rifiuti E.E.R.

La Commissione Europea, con la rettifica della decisione 2014/955/Ue, pubblicata il 06/04/2018, ha approvato numerose modifiche all'Elenco europeo dei rifiuti, che ha sostituito l'elenco dell'Allegato D alla Parte IV del D.Lgs. 152/2006.

Rettifica decisione G.U. 06/04/2018

 

Regione Liguria - Integrato il Piano regionale rifiuti e delle bonifiche del 2015

La Regione Liguria, con D.C.R. 06/03/2018 n. 1, ha integrato il Piano regionale dei rifiuti e delle bonifiche, approvato con D.C.R. 25/03/2015 n. 14. La Regione, in assenza di un criterio di valutazione del rischio elaborato da I.S.P.R.A., ha individuato criteri univoci di valutazione del rischio e definito le priorità degli interventi di bonifica dei siti inquinati.

Bollettino Ufficiale Regione Liguria 28/03/2018

 

Regione Puglia - Nuova regolamentazione in materia di Ecotassa

La Regione Puglia, con la L.R. 27/03/2018 n. 8, ha definito nuove disposizioni in materia di tributo speciale per il deposito in discarica e in impianti di incenerimento senza recupero energetico dei rifiuti solidi (Ecotassa). La nuova regolamentazione è in vigore dal 14/04/2018.

LEGGE REGIONALE 27 marzo 2018, n. 8