17/01/2018

Newsletter N. 01/2018 del 17 Gennaio 2018

Regione Lombardia - Indirizzi di semplificazione per le modifiche di impianti in materia di emissioni in atmosfera

La Regione Lombardia, con D.G.R. n. X/7570 del 18/12/2017, ha aggiornato gli indirizzi volti a qualificare la sostanzialità di una modifica ai fini del rilascio dell'autorizzazione ordinaria alle emissioni ex art. 269 del D.Lgs. 152/2006, e ha delineato le procedure autorizzative e le modalità di trasmissione delle comunicazioni allineando la disciplina anche alle semplificazioni dettate dall'Autorizzazione Unica Ambientale (AUA) D.P.R. 59/2013. Il provvedimento normativo ha spostato al 31/12/2018 il termine ultimo per presentare istanza di autorizzazione ordinaria alle emissioni per le attività che utilizzano formaldeide alla luce del cambio di classificazione della sostanza che non consente più di avvalersi del regime semplificato in deroga ex art. 272, D.Lgs. 152/2006.

D.G.R. 18.12.2017 n. X.7570 Regione Lombardia

 

TAR Lombardia - Operazioni di recupero: alla comunicazione di inizio attività deve essere allegata l’AUA

Il TAR Lombardia, con ordinanza n. 556 del 28/11/2017, ha confermato che un'impresa che esercita attività di recupero rifiuti non pericolosi ed è soggetta ad autorizzazione unica ambientale deve allegare l'A.U.A. alla comunicazione di inizio attività ex art. 216 del D.Lgs. 152/2006. La mancata richiesta dell'A.U.A. comporta - decorso un congruo periodo di tolleranza - la cancellazione dal registro provinciale gestori rifiuti.

 

Regione Veneto - aggiornamento procedure di Valutazioni di Impatto Ambientali

La Regione Veneto con DGR. n. 940 del 23/06/2017 ha aggiornato le procedure per la Valutazione di Impatto Ambientale in seguito alla disciplina regionale sulla VIA recata dalla Legge n.4 del 18/02/2016. Le novità procedurali della Regione Veneto non tengono conto della modifica alla disciplina della valutazione di impatto ambientale recata dal D.Lgs. 104/2017.

D.G.R. 23.06.2017 n. 940 Regione Veneto

 

V.I.A.: in vigore il restyling alla parte II del D.Lgs. 152/2006

Dal 21/07/2017 sono entrate in vigore le numerose modifiche alla disciplina della Valutazione di Impatto Ambientale, in attuazione della direttiva 2014/52/Ue. Il D.Lgs. n. 104 del 16/06/2017 riscrive il procedimento di V.I.A. ed introduce importanti novità, tra le quali:
-  introduzione di un Procedimento Unico comprensivo di tutte le autorizzazioni, pareri, nulla osta, assensi in materia ambientale necessari per la realizzazione e l'esercizio del progetto;
- introduzione dell'allegato II-bis alla parte II del D.Lgs. 152/2006 con l'elenco dei progetti sottoposti a Verifica di Assoggettabilità a V.I.A. Statale;
- riscrittura delle sanzioni con l'introduzione di sanzioni amministrative per progetti realizzati senza V.I.A..
Le nuove regole si applicano ai procedimenti avviati dal 16/05/2017.

http://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2017/07/06/17G00117/sg

 

MinAmbiente - check-list per valutare l'impatto di modifiche ai progetti

Il MinAmbiente ha emanato il decreto direttoriale n. 239 del 03/08/2017, in coerenza con la disciplina del D.Lgs. 104/2017 che ha introdotto il comma 9 nell'articolo 6 del D.Lgs. 152/2006. La disciplina prevede che il proponente che intende effettuare delle modifiche, estensioni, adeguamenti tecnici finalizzati a migliorare il rendimento e le prestazioni ambientali di un progetto, può compilare un'apposita check-list da tramettere all'Autorità competente al fine di ottenere una valutazione preliminare per individuare l'eventuale procedimento da applicare. Entro 30 giorni l'Autorità competente risponde segnalando se il progetto va sottoposto a "screening", a V.I.A., o a nessuna valutazione. Il decreto direttoriale in parola introduce una prima lista di controllo applicabile a tutti i progetti sottoposti a V.I.A. o "screening".

http://www.va.minambiente.it/it-IT/Comunicazione/DettaglioDirezione/1107

 

Regione Umbria - adeguamento a nuova disciplina V.I.A.

La Giunta regionale dell'Umbria, con deliberazione n. 1155 del 09/10/2017, ha approvato la nuova modulistica per la presentazione di istanze inerenti i procedimenti di V.I.A., a seguito dell'entrata in vigore del D.Lgs. 104/2017. La nuova modulistica si propone di armonizzare i contenuti delle verifiche di assoggettabilità a V.I.A. (Art. 19 D.Lgs. 152/2006) e del procedimento Unico comprensivo di tutte le autorizzazioni (Art. 27*bis D.Lgs. 152/2006), con i nuovi obblighi di legge in capo ai proponenti e alle Autorità competenti.

http://www.va.regione.umbria.it/documents/3852172/9899906/d.g.r.1155-2017+con+tutti+gli+allegati.pdf/88e12817-be77-408b-b3e7-9915f403befb

 

Regione Liguria - adeguamento a nuova disciplina V.I.A.

La Regione Liguria con D.G.R. n. 804 del 06/10/2017 ha aggiornato le procedure per la valutazione di impatto ambientale adeguandole alle novità del D.Lgs. 104/2017. In particolare la Regione ha approvato disposizioni di dettaglio per il funzionamento del procedimento autorizzatorio unico regionale (Art. 27-bis del D.Lgs. 152/2006) con riguardo al funzionamento della conferenza dei servizi in esito alla quale viene emanato il provvedimento unico che contiene, oltre alla VIA, tutti gli atti di assenso ambientali necessari per la realizzazione e l'esercizio dell'impianto.

http://iterg.regione.liguria.it/Documenti.asp?comando=Ricerca&AnnoProc=2017&NumProc=6179&Emanante=

 

Regione Campania - Adeguamento a nuova disciplina V.I.A.

In adeguamento alle novità introdotte a livello statale con il D.Lgs. 104/2017, la Giunta regionale della Regione Campania ha aggiornato gli "Indirizzi operativi e procedurali per lo svolgimento della Valutazione di Impatto Ambientale in Regione Campania", con la D.G.R. n. 680 del 07/11/2017. Con riferimento all'obbligo delle procedure di V.I.A. regionale di ricorrere alla Conferenza dei servizi, la D.G.R. 680/2017 demanda alla direzione ambiente della Regione il compito di adottare le misure utili affinché l'istruttoria tecnica venga svolta dell'Arpac.

http://viavas.regione.campania.it/opencms/opencms/VIAVAS/News_files/news_73

 

Regione Emilia-Romagna - adeguamento a nuova disciplina V.I.A.

La Giunta della Regione Emilia Romagna ha approvato - con DGR n. 1692 del 30/10/2017 - le nuove disposizioni organizzative per il provvedimento autorizzatorio unico regionale, di Valutazione d'Impatto Ambientale (V.I.A.), applicabili nelle more del recepimento del D.Lgs. 104/2017. Sulla base di quanto stabilito dalla D.G.R. 1692/2017, il Rappresentante Unico per la Regione in tutti i procedimenti finalizzati all'emanazione del provvedimento autorizzatorio unico regionale è il responsabile del relativo procedimento.

http://bur.regione.emilia-romagna.it/dettaglio-inserzione?i=6451a773fcb144e2919c4f40de4e7644

 

Commissione europea - Nuove linee guida V.I.A.

Viste le importanti novità intervenute con la direttiva 2014/52/Ue - recepita in Italia con il D.Lgs. 104/2017 - si è reso necessario un aggiornamento delle linee guida emanate nel 2011. La Commissione Europea ha pubblicato a metà novembre 2017 n. 3 nuove linee guida sulla V.I.A.: la prima è dedicata allo "screening" o verifica di assoggettabilità a V.I.A., la seconda è dedicata allo "scoping", l'ultima fornisce utili informazioni su come redigere correttamente lo Studio di Impatto Ambientale.

http://www.va.minambiente.it/it-IT/Comunicazione/DettaglioNotizia/1182

 

Regione Lombardia - adeguamento a nuova disciplina V.I.A.

La Regione Lombardia, con Legge Regionale n. 36 del 12/12/2017, ha adeguato la normativa regionale in materia di Valutazione di Impatto Ambientale alle numerose novità del D.Lgs. 104/2017 che ha riscritto la disciplina della V.I.A. normata dal D.Lgs. 152/2006. Tale legge, nel modificare la LR 5/2010 sulla V.I.A. regionale, ha implementato le novità nazionali in materia, riscrivendo il procedimento di screening e quello di V.I.A. e implementando le regole regionali col nuovo procedimento unico regionale di V.I.A. ex articolo 27-bis del D.Lgs. 152/2006, come inserito dal D.Lgs. 104/2017. Sono stati, inoltre, modificati anche gli allegati alla legge regionale che stabiliscono quali progetti vadano in verifica di assoggettabilità a V.I.A. e quali direttamente in V.I.A. secondo le novità nazionali.

http://normelombardia.consiglio.regione.lombardia.it/NormeLombardia/Accessibile/main.aspx?exp_coll=lr002017121200036&view=showdoc&iddoc=lr002017121200036&selnode=lr002017121200036