Con il D.G.R. Umbria n. 627 del 07/05/2019, la Giunta Regionale ha approvato la nuova direttiva tecnica, abrogando il D.G.R. 1024/2018, che disciplina le autorizzazioni, i controlli sugli scarichi domestici e non, delle acque reflue.

Nello specifico la direttiva tecnica regola gli scarichi di acque reflue industriali, domestiche e assimilate e relativi regimi di autorizzazione compresi quelli per le acque di dilavamento e meteoriche. La regione Umbria così si adegua alle disposizioni del D.P.R. 59/2013 inerente al rilascio dell’autorizzazione allo scarico nell’ambito del procedimento di Autorizzazione Unica Ambientale (AUA) e delle semplificazioni dei procedimenti amministrativi.

Inoltre la direttiva, per quanto concerne le sostanze pericolose, dispone che i gestori in possesso di AUA (contenente autorizzazione agli scarichi di tali sostanze) devono presentare una comunicazione contenente gli esisti delle attività di autocontrollo all’Autorità competente in materia di AUA ogni quattro anni.

Scarica la D.G.R. Umbria n. 627 del 07/05/2019