Con Sentenza n. 136 del 26/02/2020 il TAR Piemonte ha rigettato il ricorso, presentato dal legale rappresentante di un’azienda Piemontese contro la Provincia di Cuneo, in merito alla negazione dell’autorizzazione alla costruzione e all’esercizio di una centrale per la produzione di energia termica alimentata a bioliquido.

Quest’ultimo, non rientrando tra quelli riportati nell’Allegato X alla Parte V del D.Lgs. 152/2006, ha determinato la negazione dell’autorizzazione richiamando l’art. 293 del suddetto D.Lgs. che stabilisce che possono essere bruciati, aggirando le norme sui rifiuti, solo quei combustibili riportati nel suddetto allegato. Il bioliquido in questione non aveva inoltre ricevuto la qualifica di sottoprodotto, ai sensi dell’art. 184-BIS del Testo Unico Ambientale.

Leggi la Sentenza del TAR Piemonte n. 136 del 26/02/2020