Con Sentenza della Corte di Cassazione n. 34187 del 26/07/2019 i Giudici si esprimono in merito all’autorizzazione alle emissioni di due impianti, di macinazione e separazione inerti e di essicazione sabbia e graniglia, rilasciate ai sensi dell’Ex D.P.R. 203/1988.  Il D.Lgs. 152/2006, in funzione di quando erano state rilasciate le “vecchie” autorizzazioni, stabilisce i termini entro i quali presentare una nuova domanda di autorizzazione ai sensi della nuova disciplina. I sopracitati impianti, non avendo presentato la richiesta di nuova autorizzazione nei termini previsti dal D.Lgs. 152/2006, erano dunque da considerarsi sprovvisti di titolo.

Il D.Lgs. 183/2017 ha ridisegnato la disciplina delle autorizzazioni alle emissioni modificando il D.Lgs. 152/2006 recante la disciplina transitoria delle vecchie autorizzazioni ex Dpr 203/1988. La modifica legislativa è avvenuta dopo la scadenza dei termini in base ai quali i suddetti impianti già autorizzati Ex D.P.R. 203/1988 dovevano presentare la nuova domanda di autorizzazione ai sensi della nuova disciplina.

Scarica la Sentenza della Corte di Cassazione n. 34187 del 26 luglio 2019