La Legge in oggetto stabilisce in primis il prolungamento sino al 31/12/2020 dello stato di emergenza indetto per i territori del Lazio, Marche, Umbria ed Abruzzo. Viene riconfermato l’obbligo, in capo alle Regioni, di provvedere ad aggiornare i piani di gestione delle macerie e dei rifiuti, indicando i siti di stoccaggio temporaneo e in caso di inosservanza è previsto il possibile intervento del Commissario straordinario del Governo. Vengono individuate in via definitiva le tempistiche riguardanti la comunicazione preventiva delle attività di trattamento delle macerie con l’utilizzo di impianti mobili (non più 60 gg., come stabilito in precedenza, bensì 15 gg. prima della campagna di attività). Vengono infine introdotte le istruzioni atte a verificare l’assenza di amianto nei rifiuti provenienti da separazione e cernita dei materiali degli edifici crollati.

Leggi la Legge n. 156 del 12 dicembre 2019