Con Sentenza n. 803 del 31/01/2020, il Consiglio di Stato respinge il ricorso presentato dal gestore di una discarica pugliese, autorizzata prima dell’entrata in vigore del D.lgs 36/2003, contro la diffida ricevuta da parte della Provincia che richiedeva l’esecuzione di alcuni interventi propedeutici alla chiusura dell’impianto e la prestazione delle garanzie finanziarie, ai sensi dell’art.17 del D.Lgs. 36/2003.

Le garanzie finanziarie, ex art. 14 del D.lg. 36/2003, hanno la finalità di garantire la sicurezza ambientale e i requisiti minimi (manutenzione ordinaria e straordinaria degli impianti) durante tutto il ciclo di vita della discarica e devono quindi essere prestate per tutta la vita utile dell’impianto, dall’attivazione alla fase di post-chiusura. La richiesta di prestazione delle garanzie finanziarie da parte della Provincia per la fase di post-chiusura della menzionata discarica è dunque legittima.

Leggi la Sentenza del Consiglio di Stato n. 803 del 31/01/2020