Con Sentenza n. 37 del 10/01/2020 il TAR Veneto ha accolto il ricorso del titolare di una cava contro un’ordinanza del Comune di Albettone che esigeva dal ricorrete la rimozione del fresato di asfalto utilizzato per compattare il piazzale di cava (area destinata al passaggio di veicoli) e il successivo ripristino dei luoghi.

Per il Comune il fresato di asfalto, trattato dal titolare in un altro impianto, non rispettava la qualifica di sottoprodotto ai sensi dell’art. 184-BIS del D.Lgs. 152/2006 configurandosi così l’abbandono di rifiuti speciali. Al contrario il Giudice Amministrativo, richiamando le Sentenze n. 4151/2013 e 4978/2014 emanate dal Consiglio di Stato, ha annullato l’ordinanza comunale stabilendo la qualifica come sottoprodotto del suddetto fresato.

Leggi la Sentenza del TAR Veneto n. 37 del 10/01/2020